24/10/2017 - Ci sono utenti collegati.  
Castel Azzara sul Monte Amiata
I Tetti di Piancastagnaio e la Val Di Paglia
Home Cultura Borghi Storici Piancastagnaio
 

Piancastagnaio

 (La Rocca in notturna)

 

Collocata su un pianoro con ricca vegetazione di felci e castagni, Piancastagnaio presenta un aspetto caratterizzato da un pregevolissimo Castello Aldobrandesco, teatro di episodi storici legati non solo agli Aldobrandeschi ma anche alla famiglia Orsini, signori di Pitigliano nel tardo medioevo. 
Il castello è oggi adibito a museo e ad altre iniziative culturali, e registra un sistema di restauri che ne hanno valorizzato l'imponenza storica e architettonica. Da segnalare le poderose mura medioevali, che completavano le difese naturali dell'antico abitato, a testimonianza di una storia tormentata di quella comunità, interessata e vessata dalle mire espansionistiche sia delle famiglie Aldobrandeschi e Orsini, sia dell'Abbazia di S.Salvatore. In questo contesto va ricordato un edificio secentesco, il palazzo Bourbon del Monte, residenza di altri feudatari del luogo nel seicento e nel settecento, fino all'avvento del Granducato di Toscana.
Ridente e piacevolissima la parte nuova del paese, le cui costruzioni si sono collocate nel pianoro originale, che ha dato il nome al paese, lasciando tuttavia grandi spazi verdi, occupati da castagni secolari e da due suggestivi santuari, la chiesa della Madonna di S.Pietro e quella di San Bartolomeo, nel cui interno è rinvenibile un affresco di scuola senese del trecento

 

Da visitare:  

 

la Rocca Aldobrandesca, spesso allestita con bellissimi musei,

il borgo storico, con le contrade che corrono il palio,

la Flor Amiata nella valle sottostante il paese(15 km), uno tra i centri per la produzione di fiori più grandi d’Europa, ottimo per acquisti verdi particolarmente convenienti,

a Saragiolo l’Amiata Flor, rivendita di fiori secchi, vere e proprie opere d’arte.