24/10/2017 - Ci sono utenti collegati.  
Castel Azzara sul Monte Amiata
La Val D'Orcia nei pressi di Cinigiano
Home Cultura Borghi Storici Cinigiano
 

Cinigiano

(Vista di Castel Porrona nei pressi di Cinigiano)

 

Cinigiano, viene menzionato per la prima volta in un documento del 1111, in cui il castello viene indicato con il toponimo di Cinisano. Nel corso della prima metà del XIII secolo il castello dipendeva dagli Aldobrandeschi che esercitavano il potere per mezzo di una Signoria locale. Nella seconda metà del 1200 Cinigiano passò sotto il dominio dei Conti Guidi di Battifolle, probabilmente per l'estinsione del ramo maschile della Signoria locale. Nel 1404 il paese e tutto il suo territorio passano definitivamente sotto la giurisdizione di Siena, e ad essa rimarrà saldamente legato anche dopo l'accorpamento della Repubblica nel Granducato di Toscana. Ancora oggi, sul culmine del poggio, sono visibili i ruderi di una antica fortificazione, chiamata dagli abitanti "Il Cassero", quello che rimane del borgo alto più antico con i resti di una rocca medioevale, già recuperata ai tempi del dominio dei Conti Guidi di Battifolle con l'aiuto della Signoria senese, a testimonianza di una "storica" cooperazione nei tempi in cui il dominio di un lembo di territorio era deciso da sanguinose guerre.

 

MONTICELLO AMIATA



Monticello è la porta di accesso alla riserva naturale regionale di Poggio all"Olmo.Il centro storico di Monticello Amiata risale al risale al 1242, anno in cui i Monaci Benedettini dell"abbazia di S. Salvatore concessero questo colle roccioso, posto a 735 metri sul livello del mare, ai loro fedeli sudditi, per costruire un nuovo paese dopo la distruzione di Montepinzuto in seguito ad un incendio.Le prime notizie risalgono all'860, quando apparteneva all'Abbazia di San Salvatore. Prima Berengario I l'8 dicembre del 915, poi Re Arnolfo il 24 febbraio 996 e infine il 5 aprile 1037 l'Imperatore Corrado II, confermarono Monticello alla stessa Abbazia.La cinta muraria presentava due porte contrapposte, una detta Porta Grande, o Monticelli a sud, e l'altra Porta Piccina, o San Francesco, a cinque bastioni dei quali ne rimangono solo due a Nord dell'abitato. Nei pressi della Chiesa del Lampino e attraverso una folta vegetazione, si possono raggiungere le cosidette Buche degli Zingari. La CASA MUSEO, piccolo museo etnografico, vale da sola una visita a Monticello.Rappresenta un attimo soltanto di un mondo che si va chiudendo di pari passo con l"avanzare del mondo tecnologico. Casa Museo Riserva Nat. di Poggio all'Olmo